OPEN DAY- INCONTRARSI PER NON PERDERSI: IL DISCORSO DELLA PRESIDE

openday
OPEN DAY: INCONTRARSI PER NON PERDERSI
21-11-2020
Seminario sulla Didattica 2020/21: “Il significato dell’educazione”
18-12-2020
Mostra tutto

OPEN DAY- INCONTRARSI PER NON PERDERSI: IL DISCORSO DELLA PRESIDE

NON DIMENTICARE L’IDEA IL PENSIERO INIZIALE, GUARDARE AL FUTURO, ALLA RICERCA DELL’ECCELLENZA E DELLO SPLENDORE

 

Gentili genitori buongiorno,

 

Innanzitutto, a nome della Scuola Internazionale Italo Cinese, ringrazio tutti voi per essere riusciti a partecipare a questo open day. Mi dispiace che, a causa della situazione di emergenza, non possiate essere qui con noi fisicamente, ma possiamo, tramite questo modo speciale, conoscerci comunque e visitare virtualmente la scuola.

Cari genitori, grazie per essere qui, il vostro impegno e la partecipazione, dimostrano tutta la fiducia che riponete in questa scuola. Allo stesso tempo mi auguro che siate tutti qui accompagnati dalla curiosità e dalla voglia di conoscere la Scuola Internazionale Italo Cinese. Desidero ora presentarvi la nostra realtà.

 

  1. Il ruolo della scuola- La Scuola Internazionale Italo Cinese è un ambiente multiculturale ed aperto a tutti. Qui non si fanno distinzioni di etnie, colore o provenienza, tutti siamo uguali e ci trattiamo con amore e rispetto reciproco. Proprio come dice il nostro inno scolastico: “In armonia noi conviviamo: dell’un l’altro rispetto avrem, e con amor da tutti imparerem ”.

 

  1. La SIIC è una scuola giovane e piena di vitalità- Dalla fondazione, avvenuta nel settembre del 2013, ad oggi, abbiamo fatto molta strada ed entriamo ora nell’ottavo anno scolastico. La nascita della Scuola Internazionale Italo Cinese avveniva in un momento storico dove in tutto il mondo si diffondeva la “febbre della lingua cinese”. All’epoca ricorreva difatti un detto che recitava: “L’inglese è la lingua del lavoro, ma il cinese è la lingua del futuro”.

Con il cambiamento delle prospettive mondiali e con la continua crescita, la Cina è sempre più un centro economico globale ammirato da ogni dove, e studiare la lingua cinese è diventato così una nuova tendenza nel mondo. Proprio in questo contesto è nata la Scuola Internazionale Italo Cinese, che è sempre stata supportata e salvaguardata da tutti i settori sociali: non solo dal Governo Italiano e da quello Cinese, ma anche da una moltitudine di genitori. Ricordo che il primo anno scolastico avevamo solo uno studente italiano iscritto, col passare del tempo però, sempre più famiglie europee si sono avvicinate alla nostra realtà sino ad oggi, in cui gli studenti italiani sono complessivamente il 30%, gli studenti cinesi il 60%, mentre quelli provenienti da altri paesi del mondo sono il 10%.

 

  1. La SIIC è una scuola innovativa e creativa- Fino ad oggi, la Scuola Internazionale Italo Cinese è l’unico collegio trilingue paritario in Europa e negli Stati Uniti. Proprio perché siamo una scuola pioniera, senza modelli da seguire dal sistema scolastico completo: Infanzia, Primaria, Medie e Licei, in questi anni ci siamo ritrovati ad essere in continua evoluzione, esplorando ed innovandoci durante tutto il processo che ci ha condotti dove siamo ora. La nostra è una scuola paritaria, perciò dobbiamo seguire tutte le indicazioni ministeriali italiane riguardo i programmi scolastici, a cui affianchiamo anche i programmi ministeriali cinesi. A seconda delle peculiarità dei nostri studenti, abbiamo creato e sperimentato un nuovo modello di didattica che meglio si potesse adattare a loro. Per arricchire il percorso abbiamo attivato anche diversi corsi riguardanti per lo più attività culturali e sportive come la calligrafia, la danza, le arti marziali e altre. L’obiettivo è quello di formare i nostri studenti nel corpo e nella mente, nell’estetica e nel comportamento.

 

  1. La scuola è una fusione di molteplici culture- Sulla base della cultura tradizionale cinese, alla nostra scuola vengono integrate ed unite altre culture. Docenti e studenti provengono da più di 10 paesi del mondo e le diverse culture qui si fondono armoniosamente pur mantenendo ognuna la propria bellezza (come disse Lao Zi, un famoso filosofo cinese: “Ognuno mostra la propria bellezza e tale bellezza è condivisa tra tutti”). Insegnanti e docenti sono la prova che questo è un campus multiculturale, una famiglia internazionale e, per gioire di questa multiculturalità, ogni anno organizziamo manifestazioni ed eventi che facciano rivivere negli studenti la bellezza delle diverse culture, sperimentando direttamente la diversità. Tramite questi eventi, gli studenti hanno ampliato la propria visione e acquisito una mentalità tollerante, sviluppando le caratteristiche per diventare, in futuro, cittadini del mondo.

 

  1. La scuola si impegna a una formazione completa dello studente, sotto più aspetti- La scuola, mentre trasmette la conoscenza agli studenti, si occupa anche di coltivare in modo sano il loro carattere. Come recita il nostro motto: “Apprendimento dei Valori, Conoscenza della Ragione, Propensione al Pensiero, Eleganza nel Portamento”, non solo insegniamo la conoscenza agli studenti, ma li formiamo anche ad essere persone utili alla società, educate, rispettose e dai buoni valori. Perciò la nostra scuola, fin dall’infanzia e dalla primaria, si prefigge l’obiettivo di instaurare negli alunni le buone abitudini, in primis quelle della vita, dello studio e del comportamento. Ogni mese cerchiamo di concentrarci su una buona abitudine che gli studenti possano fare propria e in ogni classe si tiene una riunione tematica. A partire dalle medie, cerchiamo di curare anche l’aspetto psicologico degli adolescenti, concentrandoci su tutti gli studenti, soprattutto sugli alunni problematici, anche grazie all’aiuto di psicologi specializzati. L’obiettivo è che i ragazzi riescano a passare in modo tranquillo e sereno il periodo dell’adolescenza. Al liceo, invece, ci concentriamo maggiormente sull’educazione del pensiero, introducendo gli studenti ad avere una corretta visione del mondo, dei valori della vita e preparandoli a sviluppare in anticipo le proprie idee sulla carriera che vorranno intraprendere in futuro. In alcune occasioni invitiamo anche degli esperti famosi e personaggi illustri e di successo a parlare ai nostri ragazzi, e ogni mese si tengono riunioni di classe. Per gli alunni del liceo abbiamo pensato ad un progetto chiamato “Treno diretto per l’università”, ma lascerò che siano i nostri responsabili a presentarvi questi progetti. Riassumendo, trasmettere conoscenze e formare persone è il nostro dovere. Speriamo che tramite la nostra educazione, formare persone di talento. Come cantano i nostri studenti “Oggi siamo orgogliosi della nostra scuola, ma domani la nostra scuola sarà orgogliosa di noi”. Questa è la nostra speranza, ma anche la direzione verso la quale dobbiamo sempre orientarci.

 

  1. La SIIC è una scuola aperta con l’obiettivo di formare cittadini del mondo- Per concretizzare questo obiettivo, le nostre attività didattiche ed extra-didattiche ruotano attorno a questo punto. Ogni anno organizziamo vacanze-studio in Paesi come Inghilterra, Irlanda, Giappone, Stati Uniti e Cina. Collaboriamo con molte rinomate università cinesi ed europee e invitiamo famosi imprenditori a entrare nelle nostre classi, tenendo seminari per presentare il loro percorso di successo. Siamo molto lieti di poter collaborare anche con aziende multinazionali come il gruppo Alibaba o la Cib Unigas e la Gerotto, che inoltre ringraziamo per il supporto della nostra realtà elargendoci borse di studio. I nostri studenti hanno la possibilità di vivere molteplici esperienze come partecipazione a stage formativi, vacanze studio, fiere scolastiche, fiere culturali, vari tipi di festival. La nostra scuola organizza e celebra le proprie ricorrenze, come la Festa degli Insegnati, la Festa Multiculturale e ogni lunedì mattina, gli studenti salutano le bandiere con una cerimonia. Inoltre ogni anno alunni e docenti preparano un grande spettacolo per il Capodanno Cinese e al termine di ogni anno scolastico c’è la cerimonia dei diplomati. Teniamo molto anche al legame tra la scuola e le famiglie, organizziamo infatti svariate attività che possano coinvolgere anche i genitori, i quali possono partecipare alle attività degli studenti, prendere parte a seminari, riunioni e altri vari corsi. Tramite tutte queste attività intendiamo far capire alle famiglie quanto la nostra scuola dia importanza alla formazione degli studenti, in modo che i genitori possano credere nella nostra scuola ed essere orgogliosi della propria scelta. L’obiettivo educativo della scuola è piacere agli studenti, essere amata dai docenti ed essere rassicurante per i genitori, oltre che essere al passo con lo sviluppo che la società richiede. (Condivido con voi un episodio che rafforza il concetto che vorrei trasmettere: Quest’anno tengo le lezioni di lingua cinese per gli studenti italiani della seconda elementare, un giorno chiesi loro quale fosse il giorno della settimana che preferivano. La maggioranza di loro rispose: “Dal lunedì al venerdì, non ci piacciono il sabato e la domenica perché non possiamo venire a scuola”. Queste parole mi hanno molto commossa, perché il nostro non è soltanto uno slogan, ma un vero e proprio obiettivo che sono convinta stiamo cercando di realizzare.)

 

  1. La SIIC è una scuola che sta al passo con i tempi- Il 14 settembre di quest’anno, primo giorno di scuola, abbiamo avuto l’onore di ospitare il Presidente della Provincia di Padova, Fabio Bui, che ci ha mostrato un grande apprezzamento, riconoscendo la nostra scuola come modello di prevenzione per tutta l’Italia. Dall’inizio delle lezioni ad oggi, misuriamo la temperatura 5 volte al giorno, sanifichiamo gli ambienti 3 volte al giorno e facciamo del nostro meglio per proteggere tutti i nostri studenti e, fino a questo momento, all’interno della scuola non abbiamo avuto nessun contagio e lezioni si svolgono in maniera sincrona, sia in presenza che a distanza. Tutto procede per il meglio. Ricordo con amarezza quando, a febbraio di quest’anno, è scoppiata la pandemia. La sera di venerdì 28 febbraio abbiamo ricevuto la comunicazione ufficiale dalla Regione, la quale dava disposizione di chiudere le scuole dal 2 marzo. Subito ci siamo mobilitati, abbiamo lavorato ininterrottamente sabato e domenica convocando i responsabili di tutti i gradi, abbiamo acquistato i migliori software per la didattica a distanza sul mercato e fatto subito formazione ai docenti per insegnare loro a utilizzarli. Così lunedì 2 marzo tutta la scuola ha iniziato la didattica a distanza, diventando la prima scuola ad adottare lezioni online e l’unica in Italia a non saltare nemmeno un giorno di lezione, mantenendo orari e materie come se fossero in tempi normali. Abbiamo mantenuto i tempi e la qualità dello studio, e raggiunto la qualità didattica ottimale che può offrire la didattica online. Siamo stati orgogliosi nel vedere i genitori soddisfatti e ricevere i loro apprezzamenti positivi. In quel periodo abbiamo offerto molti corsi gratuiti: di lingua, di kungfu, di danza, dell’arte di ritaglio della carta, seminari culturali e seminari per i genitori. Abbiamo inoltre firmato un accordo di gemellaggio con una scuola cinese, trascorrendo insieme la festa dei bambini online. Durante quel periodo abbiamo inoltre tenuto la cerimonia di fine anno e organizzato anche riunioni con i genitori e seminari di formazione per gli insegnanti. La pandemia non ha fermato nessuna delle nostre attività, anzi siamo riusciti a farle ancora più ricche e particolari. Tutto il personale scolastico e i genitori sono stati contenti del risultato e in particolare molti genitori ci hanno scritto email molto commoventi. Vorrei sottolineare che nella nostra scuola c’è un corpo docente e gestionale altamente professionale, responsabile e dedito; inoltre contiamo anche di un buon supporto da parte delle famiglie che prestano attenzione alla crescita dei propri figli e allo sviluppo della scuola. Tutti questi sono i principali motivi e una preziosa ricchezza della continua crescita della nostra realtà scolastica.

 

La nostra scuola è una famiglia internazionale piena di amore, vivacità ed energia. Saremo felici di accogliervi nel gruppo dei genitori di questa scuola, e vogliamo dare un grande benvenuto anche agli studenti che vogliono far parte di questa famiglia internazionale. Cari genitori, avete buoni motivi per scegliere la Scuola Internazionale Italo Cinese per i vostri figli, sono fiduciosa nel dirvi che la vostra scelta è assolutamente corretta. Noi sicuramente non vi deluderemo, grazie a tutti.